Francesco Boccia ha chiesto il ritiro dell’emendamento Lepri alla riunione della direzione del Pd: “Voglio parlare con gli elettori precari, senza lavoro, pensionati senza certezze che hanno votato non casualmente i 5 stelle. Con Casaleggio non ho nulla da condividere. Con la vedovanza non si va da nessuna parte. Ricordiamo agli italiani che non ci hanno capito. Dobbiamo imparare dai nostri errori. Il decreto dignità ci sfida sul tema del precariato e noi cosa facciamo? Cancelliamo gli indennizzi ai lavoratori? Aiutiamo Martina. Prima facciamo un congresso prima ci capiremo. L’emendamento Lepri è evidentemente un errore. Mi auguro che Martina cancelli quella proposta. I 5 stelli vanno sfidati sui costi del lavoro a tempo indeterminato. È qui che voglio recuperare il mio Pd il mio mondo. Ecco perché penso che prima si va al congresso, meglio è per tutti”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Anas-Ferrovie, il ministro Danilo Toninelli: “La fusione è certamente sbagliata. Fatta senza capire perché”

prev
Articolo Successivo

Austria, con il doppio passaporto Sebastian Kurz getta benzina sul fuoco del nazionalismo

next