È priva di “fondamento” l’accusa di ostacolo agli organi di vigilanza di Consob e Banca d’Italia contestata a Alessandro Profumo e Fabrizio Viola rispettivamente ex presidente ed ex ad del Monte dei Paschi di Siena. Lo scrive il giudice di Milano Alessandra Del Corvo nel decreto ha disposto l’archiviazione per i due ex vertici dell’istituto senese nell’ambito di una tranche dell’indagine sulla contabilizzazione delle operazioni finanziarie sui derivati Alexandria e Santorini, che risalivano alla precedente gestione di Antonio Vigni e Giuseppe Mussari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Tria: “Reddito cittadinanza e taglio tasse necessari per cambio sistema, procederanno di pari passo”

next
Articolo Successivo

Antitrust contro cooperative radiotaxi di Milano e Roma: vincolo di esclusiva lede la concorrenza

next