Un nuovo naufragio di migranti, stavolta con 114 dispersi, è stato segnalato dall’Unhcr al largo delle coste libiche. “Un altro triste giorno in mare”, si legge in Tweet della sezione libica dell’Alto commissario Onu per i rifugiati, “oggi 276 rifugiati e migranti sono stati fatti sbarcare a Tripoli, inclusi 16 sopravvissuti di un’imbarcazione che portava 130 persone, delle quali 114 sono ancora disperse in mare”. Anche un rappresentante dell’Unhcr, contattato dall’Ansa, ha confermato che si è trattato di un nuovo naufragio.

E’ un’altra tragedia rispetto a quella da 63 dispersi segnalata domenica primo luglio dalla stessa Unhcr al largo di Zuara: “Si tratta di due imbarcazioni differenti”, ha confermato la fonte dell’agenzia Onu. “Sappiamo che l’imbarcazione è salpata da Garabulli un paio di giorni fa ed è affondata”, ha quindi precisato. Lo sbarco dei naufraghi è avvenuto “alla base navale di Tripoli”, il primo luglio invece a Zuara.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Thailandia, ritrovati vivi e in buone condizioni i 12 ragazzini dispersi in una grotta con il loro allenatore

next