Esplosione in un appartamento del centro di Livorno: una donna di 52 anni ha riportato ustioni sul 95 per cento del corpo e le sue condizioni vengono definite “disperate”. È stata trasferita immediatamente al pronto soccorso, ma viste le ferite il 118 ha già allertato l’elisoccorso per il suo trasferimento al centro ustioni dell’ospedale di Genova. Altre due persone sono rimaste intossicate: si tratta di una donna e di sua figlia di 14 anni che abitano al piano superiore. L’ipotesi degli inquirenti è che l’esplosione sia stata causata da una fuga di gas di una bombola.

La donna in gravi condizioni si chiama Angela Tarroboiro ed è originaria di Torino, ma da tempo è residente in città. Secondo quanto si è appreso, lo scoppio ha causato l’innalzamento di almeno mezzo metro del solaio dell’abitazione, posta al piano terra, e dunque potrebbe avere compromesso l’agibilità dell’intera palazzina. L’edificio si trova in via del Seminario, nella zona popolare di Sant’Andrea, dove sono giunti i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. “Stando alle prime informazioni – ha confermato anche il sindaco Filippo Nogarin – a determinare l’esplosione sarebbe stata una bombola che si trovava nel seminterrato”.