“Ho un grande sogno: quello di agire in Africa insieme alla Cina. Con un progetto ad ampio raggio, sfruttando le tecnologie cinesi e la grande capacità europea nelle infrastrutture, si può rilanciare il continente africano dove a oggi vigono ancora frammentarietà da neocolonialismo. Europa divisa? Sì, lo è e se così dovesse restare l’Europa finisce, anche se resto ottimista perché alla rottura non si arriva mai. L’Italia deve puntare a progetti a lungo termine e a due grandi porti nell’alto Tirreno e nell’alto Adriatico”. Così Romano Prodi in collegamento video al Convegno ‘Belt&Road Initiative. La nuova Via della Seta” organizzato da Class Editori alla Borsa Italiana.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, brusio in Senato mentre parla Savona. Il ministro perde la pazienza e si rivolge a Taverna: “Li richiami”

next
Articolo Successivo

Vitalizi, Boeri: “Il taglio non è un provvedimento simbolico”. Il M5s al Senato contro la Casellati che frena

next