La giornalista colombiana Julieth Gonzales era in diretta tv da Mosca, dove stava effettuando una corrispondenza per i Mondiali di calcio, quando è stata baciata sulla guancia e palpeggiata da un tifoso. La scena non è passata inosservata: “Non meritiamo questo trattamento – ha scritto Gonzales sui social -. Possiamo essere ugualmente carine e professionali. Comprendo la gioia per il calcio, ma dobbiamo identificare il limite tra una dimostrazione di affetto e una molestia”. Nel video si vede come l’uomo, prima di baciarla, le appoggi una mano sul seno. “Mi ha toccata – ha scritto lei – dopo la diretta l’ho cercato ma era sparito”. Il molestatore non è ancora stato identificato. 

I mesi scorsi si erano verificati casi simili sempre a danno di giornaliste. Ad aprile la vittima fu Marina Lorenzo, che in diretta disse al molestatore “non toccarmi”. A inizio maggio toccò a Maria Fernanda Mora, in Messico

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Usa, la giornalista legge la notizia dei bambini messicani in gabbia. Ecco come reagisce

prev
Articolo Successivo

Prende in giro le usanze cinesi e diventa una star dei social: il discorso di laurea dello studente italiano a Shangai

next