Compatta, cinque porte, niente più motori diesel e look sportivo. Queste, ma non slo, le principali caratteristiche della seconda generazione di Audi A1, le cui foto sono cominciate a circolare sul web da qualche ora. Abbastanza in anticipo rispetto al debutto nelle concessionarie italiane previsto per novembre, anche se sarà possibile ordinarla già dall’estate non appena verranno diffusi i listini. La nuova A1 è più lunga di quasi 6 centimetri rispetto alla precedente, per una lunghezza totale che è ora di 4,03 metri. Ma è anche più larga e più bassa, con più spazio interno per i passeggeri. Viene costruita sulla stessa piattaforma delle “colleghe” del gruppo Vw Volkswagen Polo, Skoda Fabia e Seat Ibiza, ma rispetto a queste le è stato conferito un aspetto decisamente più dinamico. Avrà solo motori turbo benzina (niente gasolio) da tre e quattro cilindri, con potenze comprese tra i 95 e i 200 cavalli del top di gamma. Dentro l’abitacolo, plancia ridisegnata in linea con quelle delle sorelle maggiori e tanta tecnologia col sistema multimediale Audi MMI. Oltre, naturalmente, a molteplici possibilità di personalizzazione. I prezzi ufficiali ancora non si conoscono, ma il listino potrebbe partire intorno ai 20 mila euro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nissan Qashqai, ora può contare anche su un “assistente” alla guida – FOTO

next
Articolo Successivo

Suzuki Jimny, svelate le immagini della quarta generazione – FOTO

next