Il nostro Ferruccio Sansa e i colleghi di La Stampa e Repubblica, Matteo Indice e Marco Preve, sono stati a lungo sentiti senza avvocato dalla Guardia di Finanza, a Bolzano, su quanto scritto nelle edizioni del 13 giugno 2018 a proposito di un’inchiesta della Procura di Genova su un’ipotesi di truffa e riciclaggio che riguarda 48 milioni di finanziamenti pubblici alla Lega.

L’inchiesta è da tempo nota. L’uscita degli articoli non ha certo impedito agli inquirenti di acquisire elementi di prova come infatti è accaduto a Bolzano. Siamo sconcertati per l’iniziativa della Procura di Genova, esprimiamo la nostra solidarietà ai colleghi coinvolti e ringraziamo la Fnsi, l’Associazione ligure dei giornalisti, l’Ordine ligure dei giornalisti e il Gruppo cronisti liguri per il tempestivo intervento a tutela della libertà di stampa e del diritto di essere informati.

I Comitati di redazione del Fatto Quotidiano e de ilfattoquotidiano.it

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ilfattoquotidiano.it, Agcom: aggirato il divieto di diffondere sondaggi elettorali

next
Articolo Successivo

Lega e Sparkasse, Sansa del Fatto e altri due cronisti identificati e trattenuti dalla Finanza per rispondere dei loro articoli

next