Oltre un migliaio di persone, donne, uomini e bambini, sono scese in piazza a Milano, per protestare contro la decisione del Governo di non far attraccare la nave Aquarius in Italia. In Piazza della Scala, martedì sera, contro i porti chiusi di Matteo Salvini ha trionfato l’hashtag #apriamoiporti. “Non possiamo giocare sulla pelle dei ragazzini e delle donne”, ha dichiarato Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali, tra i promotori della manifestazione. Tanti i milanesi d’accordo con lui: “Dobbiamo ribellarci a questo governo” ha dichiarato una donna, mentre un’altra ha affermato di non sentirsi “rappresentata da questo governo di mentecatti”. Gino Strada, fondatore di Emergency, prima di lasciare la manifestazione ha dichiarato che “Questi signori hanno un’idea di rapporti fondati sulla guerra in tutte le sue forme, una guerra contro i migranti”, la stessa che faceva anche Minniti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Napoli, migranti e antirazzisti in corteo contro Lega-M5s: “Non si gioca con la vita delle persone. Aprite i porti”

prev
Articolo Successivo

Aquarius, presidi in tutta Italia con lo slogan “Apriamo i porti”. Medici senza frontiere: “Grazie per la solidarietà”

next