Basta tensione e conflittualità in politica, basta rabbia sociale su internet, basta “soffiare sul fuoco della frustrazione” e attenzione non “perdere o lasciar stravolgere da odi o razzismi” l’umanità italiana. E’ il messaggio del presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti, nella Veglia di preghiera per l’Italia, promossa dalla Comunità di Sant’Egidio nella basilica romana di Santa Maria in Trastevere. “In questi mesi, dopo le elezioni politiche, abbiamo vissuto momenti di seria preoccupazione – ha detto Bassetti – non solo per la composizione del governo che tardava a venire. Oggi, finalmente arrivata, facciamo i migliori auguri di buon lavoro al nuovo governo al servizio del bene comune del Paese”. Ma, sottolinea l’arcivescovo di Perugia, “non possiamo dimenticare che c’è stato un clima di tensione e attimi di conflittualità che sono emersi dalle viscere profonde del Paese”. Bassetti si riferisce “soprattutto a Internet, il cui uso talvolta irresponsabile è da biasimare, ho visto montare una rabbia sociale persino contro la persona del presidente della Repubblica e la sua misurata e saggia azione di garanzia di tutti i concittadini”.

“Preghiamo per l’Italia, sperando che qualcosa migliori”, dicono i fedeli che partecipano alla messa. “Sono preoccupata perché tentano di colpire gli immigrati”, spiega una signora. “Non si va contro i deboli. Stiamo tornando indietro?”