Nel giorno del voto di fiducia alla Camera, Matteo Salvini, un po’ a sorpresa, ma non troppo, ha lasciato il posto alla sinistra del premier Conte, preferendo incontrare gli elettori di Brindisi e ‘bucando’ così la replica del giurista alla guida dell’esecutivo Camera. “Devo andare via adesso”, ha detto il titolare dell’Interno nel pomeriggio, mentre il presidente del Consiglio era appena all’inizio del suo intervento. E sulla navetta del volo Roma-Brindisi ha ricevuto un’accoglienza particolare: un gruppo di viaggiatori, una volta visto il ministro del’Interno a bordo del bus insieme al suo entourage, ha intonato spontaneamente Bella Ciao, come gesto di protesta

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sicilia, candidato di Salvini nipote del condannato per mafia: ‘Non si scelgono i parenti’. Candiani: ‘Noi Legione straniera’

prev
Articolo Successivo

Governo, Conte: “Ogni nostra iniziativa sarà sotto l’architettura costituzionale”. Boati e sarcasmo dai banchi del Pd

next