“Voi non siete il bipolarismo di domani, voi siete la coalizione di oggi e di domani”. E “altro che Terza Repubblica, continua la Prima”. Lo dice Matteo Renzi, nel suo intervento dopo il discorso per la fiducia di Giuseppe Conte, in Senato. “Noi siamo una cosa diversa. Sulla giustizia siamo per il garantismo, non per il giustizialismo. Quando sentiamo il nome di Davigo, rispondiamo con Beccaria ed Enzo Tortora“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo, Renzi a Salvini: “Attento alle parole, ora è ministro”. Smorfie e complicità tra Di Maio e il leader della Lega

prev
Articolo Successivo

Governo Conte, fiducia al Senato con 171 sì. Renzi: “Da oggi siete l’establishment, basta alibi”. Pd e Fi: “Sud dimenticato”

next