La senatrice Monica Cirinnà si è presentata in aula con una maglietta dedicata alle famiglie arcobaleno. Ai cronisti ha spiegato: “Oggi in Senato sono andata a stringere la mano a Fontana, per presentarmi, gli ho detto ‘caro ministro, lei dice che le famiglie arcobaleno non esistono e io sono qui con la mia maglietta, a sostegno di quelle famiglie, a ricordarle che non è così’. E poi gli ho detto ‘visto che faremo a mazzate per cinque anni, volevo almeno presentarmi di persona, almeno ci guardiamo in faccia’. Lui è stato cordiale, e mi ha risposto ‘sono abituato ad esser attaccato, mi difenderò, va bene‘”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il Fascio e la Mente, perché l’Italia è nelle mani di un partito che ha preso il 17%

prev
Articolo Successivo

Governo, Monti sfora i tempi e Casellati lo bacchetta. L’ex premier spiazzato si siede senza concludere

next