“Ero al salone del libro e ho letto la prima pagina del Corriere della sera, mi è saltato all’occhio che erano tutti maschi. Non c’era nemmeno una donna”. Così Michela Murgia alla festa del Fatto Quotidiano in corso al Fuori Orario di Taneto di Gattatico, spiega la battaglia intrapresa da qualche settimana contro la stampa maschilista: “Le donne nei luoghi dell’autorevolezza giornalistica sono solo il 10%, una disparità che non può essere giustificata con il merito, ma solamente con un pregiudizio”. E, ancora: “L’opinione pubblica può fare molto, se vogliamo esserci per contare bisognerà contare per esserci”. Anche Bianca Berlinguer ha detto la sua: “Ci si è illusi di aver raggiunto uguaglianza, ma l’uguaglianza non c’è. Perché ci sia davvero parità bisogna continuare con le battaglie”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

40 anni di 194, Severin nata donna e diventata uomo contro gli obiettori: “Anche il mio utero trans lo gestisco io”

prev
Articolo Successivo

Migranti, storia di Mahmoud, scambiato per scafista: “Fuggito dalla Siria, ho passato un anno e mezzo in carcere da innocente”

next