Regna un “caos mondiale” sul volto femminile dei Mondiali di calcio di Mediaset. Belen Rodriguez, Michelle Hunziker e Alessia Marcuzzi: il toto-nomi delle ultime settimane si è concentrato su questi tre volti, con la showgirl argentina designata della prima ora e i nomi delle due bionde “prepotenti” nelle ultime ore. Le uniche certezze sono Nicola Savino e la Gialappa’s Band.
Chi la spunterà al loro fianco? Se ieri il settimanale Oggi scriveva sul proprio sito della rinuncia di Alessia Marcuzzi, sostenendo la sua decisione di concentrarsi su altri impegni televisivi, ora il Corriere della Sera rilancia e conferma: sarà proprio la conduttrice de L’Isola dei Famosi a tenere le fila della trasmissione di seconda serata di Canale 5 dedicata al Campionato mondiale di calcio. Quella di Belen Rodriguez, scrive il giornale diretto da Fontana, sarebbe “proprio una possibilità sfumata”: per lei potrebbero aprirsi le porte di uno show su Italia 1. Ma ancora l’ufficialità da parte del Biscione non è arrivata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Pechino Express, ecco concorrenti della prossima edizione: da Adriana Volpe e Marcello Cirillo a Eleonora Brigliadori

next