Hanno trascorso la serata insieme a Milano, bevendo alcol e assumendo cocaina. Poi fra i due è scoppiata una lite, forse per motivi di gelosia, terminata con la morte di William Lorini, 21 anni. Secondo la ricostruzione della polizia, il giovane è stato ucciso con due coltellate all’addome dall’amico di sei anni più grande, Marco Villa, per cause ancora da chiarire. L’uomo è stato arrestato e ha rilasciato dichiarazioni spontanee al pm di turno.

Da quanto si apprende, i due giovani si conoscevano bene: avevano da poco avviato insieme un’attività di restauro. L’episodio è avvenuto intorno all’una di notte del 17 maggio in via Meucci, sotto casa della fidanzata di Villa. Lorini ha cercato di difendersi con una livella, ma non ha potuto fare niente contro i fendenti dell’amico. Il ragazzo è stato poi trasportato all’ospedale San Raffaele, ma è morto poco dopo il ricovero.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, 25enne trovato morto con ferita d’arma da fuoco. Fermato il suocero: ha confessato

prev
Articolo Successivo

Alessandria, fa bere acido muriatico alla sorella malata e poi tenta il suicidio

next