Tero Varjoranta, direttore dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, ha rassegnato le dimissioni. Lo ha reso noto la stessa agenzia delle Nazioni Unite, senza fornire una motivazione. La decisione è arrivata a pochi giorni dall’uscita degli Stati Uniti dall’accordo sul nucleare iraniano. Varjoranta è stato vicedirettore generale della Aiea e capo del dipartimento di controllo di sicurezza, che è responsabile della verifica del rispetto del trattato di non proliferazione nucleare (Tnp) dall’ottobre 2013 ed è stato coinvolto nei negoziati sull’accordo nucleare iraniano. Il finlandese sarà rimpiazzato dall’italiano Massimo Aparo, capo dell’ufficio di verifica dell’agenzia in Iran. Il portavoce dell’agenzia ha fatto sapere che la nomina di Aparo è temporanea.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sudan, sposa bambina condannata all’impiccagione: ha ucciso il marito-stupratore

next
Articolo Successivo

Stati Uniti, due cacciabombardieri russi intercettati al largo dell’Alaska

next