Si erano sposati sette mesi fa. Ma, al termine di una lite, il marito ha deciso di porre fine al matrimonio e alla vita di entrambi. Antonio Girardi, una guardia giurata di 33 anni, ha ucciso la moglie 27enne di origini ucraine, Marina Novozhylova, con la pistola di ordinanza e poi si è suicidato. L’episodio è avvenuto alle 7 del mattino nella casa della coppia a Melfi, in provincia di Potenza. A dare l’allarme è stato uno dei vicini, spaventato dagli spari.

Secondo la prima ricostruzione fatta dai carabinieri del Comando provinciale del capoluogo lucano, tutto è iniziato con una violenta discussione scoppiata la notte scorsa. Girardi ha lasciato il posto di lavoro dopo una telefonata e, una volta tornato a casa in vico Gelso, nel pieno centro storico di Melfi, ha esploso almeno due colpi di pistola contro la moglie. Poi ha puntato l’arma contro di sé e si è tolto la vita.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Roma, autobus della linea 63 prende fuoco ed esplode in via del Tritone. Il video

next