Si erano sposati sette mesi fa. Ma, al termine di una lite, il marito ha deciso di porre fine al matrimonio e alla vita di entrambi. Antonio Girardi, una guardia giurata di 33 anni, ha ucciso la moglie 27enne di origini ucraine, Marina Novozhylova, con la pistola di ordinanza e poi si è suicidato. L’episodio è avvenuto alle 7 del mattino nella casa della coppia a Melfi, in provincia di Potenza. A dare l’allarme è stato uno dei vicini, spaventato dagli spari.

Secondo la prima ricostruzione fatta dai carabinieri del Comando provinciale del capoluogo lucano, tutto è iniziato con una violenta discussione scoppiata la notte scorsa. Girardi ha lasciato il posto di lavoro dopo una telefonata e, una volta tornato a casa in vico Gelso, nel pieno centro storico di Melfi, ha esploso almeno due colpi di pistola contro la moglie. Poi ha puntato l’arma contro di sé e si è tolto la vita.