I corpi di una donna e una bambina sono stati trovati sabato mattina a Terracina, un miglio al largo della Foce di Torre Canneto, in provincia di Latina.  Si tratta della compagna e della figlia di Pierluigi Iacobucci, 32enne imprenditore scomparso il 2 maggio durante un’uscita con una moto d’acqua e ritrovato senza vita il giorno dopo. I corpi di madre e figlia erano in mare da quel giorno, ormai in stato di decomposizione. La piccola aveva due anni mentre la donna, ritrovata con un giubbotto di salvataggio, aveva 31 anni.

Il 2 maggio Pierluigi Iacobucci, 32 anni, imprenditore di Mondragone che gestiva supermercati nell’estremo sud della provincia di Latina, era uscito in mare su una moto d’acqua lungo la costa. Di lui si erano perse le tracce e il corpo senza vita era stato poi trovato il giorno dopo sulla spiaggia di Baia Domizia. Soltanto oggi è emerso che insieme a Iacobucci erano uscite anche la compagna cubana e la figlia, le cui età e descrizioni corrispondono a quelle dei due corpi ritrovati a largo di Terracina dalla Guardia Costiera. Altre motovedette sono state mandate nell’area del recupero per controllare se ci fossero corpi in mare o resti di un possibile naufragio, ma non è stato trovato nulla.