“Dopo 50 giorni di trattative, la pantomima M5s-centrodestra è finita. Ora Di Maio chiuda con Salvini. E per noi si apra una nuova fase”. L’appello è del deputato Pd Francesco Boccia, che da tempo spinge insieme al presidente pugliese Michele Emiliano verso il dialogo tra dem e pentastellati, dopo le Regionali in Molise vinte dal candidato di centrodestra Toma sul grillino Greco. In vista dell’imminente mandato affidato al presidente della Camera, il grillino Roberto Fico, è però il pentastellato Manlio Di Stefano a mantenere ancora lo schema dei due forni: “Mattarella dovrebbe affidare un mandato ampio, per trattare con tutti quelli che vorranno convergere. Bisognerebbe cambiare schema e puntare sul Pd con Fico esploratore? I numeri parlano chiaro, non c’è uno schema vincente”, ha tagliato corto Di Stefano.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Governo, Mattarella convoca il presidente della Camera Fico alle 17. Mandato esplorativo per trovare una maggioranza

next
Articolo Successivo

Sicilia, mancano i documenti della Finanziaria: ennesima seduta lampo. Micciché: “All’Ars nuove assunzioni”

next