Momenti di tensione durante un controllo della polizia locale a porta Maggiore, a Roma. In un video girato da un cittadino si vede un immigrato discutere con un vigile mentre si avvicinano altre persone formando un capannello. L’immigrato spintona un agente, tra i due comincia un improvvisato match di pugilato. Alla fine l’immigrato viene bloccato a terra dal vigile con l’aiuto di altri due colleghi. “Siamo in Italia, razzisti” urla un altro immigrato.

“Ogni giorno è così” aggiunge un altro. A quanto riferito dalla polizia locale, si trattava di un venditore abusivo che è stato fermato durante un’operazione di controllo e si è rifiutato più volte di fornire i documenti, sfidando gli agenti del Gssu e rifiutandosi di seguirli al Comando. Dopo diversi tentativi l’uomo è stato bloccato “come da prassi”, aggiungono dalla polizia locale e “portato al Comando per l’identificazione”. Sarà denunciato per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale. Un vigile, rimasto lievemente ferito, si è recato in ospedale per le cure del caso.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Università Foggia, fondi Miur per la ricerca usati per altro: rettore e altri 20 indagati per truffa e abuso d’ufficio

prev
Articolo Successivo

Milano, donna muore nove mesi dopo una liposuzione: chirurgo indagato per omicidio colposo

next