Stava scappando a piedi dopo l’inseguimento in auto, quando è stato colpito al torace da un carabiniere della Compagnia di Battipaglia. E’ morto la mattina del 3 aprile T.J., albanese di 42 anni, dopo una notte passata in ospedale. Secondo la ricostruzione fornita dall’Ansa, il militare ha sparato accidentalmente. Stava seguendo l’uomo a piedi quando quest’ultimo si è girato all’improvviso nella sua direzione. A quel punto il carabinieri, buttandosi a terra, ha fatto partito involontariamente un colpo che ha raggiunto il fuggiasco al torace.

L’episodio è accaduto la sera del 2 aprile nel Salernitano, sull’autostrada A2, direzione sud. Una Fiat Croma rubata e segnalata come auto utilizzata per furti in abitazione, con a bordo tre persone tra cui l’albanese, è stata individuata dai carabinieri sulla SS 18, uscita Pontecagnano. I tre sulla vettura rubata, appena vista l’auto dell’Arma – scrive l’Ansa – hanno immediatamente invertito la direzione di marcia riprendendo l’autostrada. Poi hanno abbandonata la Croma a bordo strada e tentato la fuga a piedi. Uno dei carabinieri ha scavalcato il guard rail per tentare di raggiungere un fuggiasco. Quest’ultimo si è girato all’improvviso in direzione del militare che si è buttato a terra: in quel momento, secondo la ricostruzione, è partito lo sparo.

Il 42enne albanese è stato portato nell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, dove è morto per le ferite riportate. Intanto proseguono le ricerche dei suoi due complici.