Almeno sette poliziotti sono stati uccisi in una rivolta dei detenuti scoppiata nel carcere di La Toma, nella città montagnosa di Amatlan de los Reyes. Siamo nello stato di Veracruz, zona orientale del Messico. Gli agenti erano entrati dentro la prigione nel corso di un’operazione per ripristinare l’ordine all’interno della struttura e trasferire un gruppo di detenuti. Alcuni prigionieri però hanno reagito dando fuoco ai materassi. I sette poliziotti, secondo una prima ricostruzione, sono morti per inalazione di fumo.

La polizia sta provando a sedare la rivolta ma, spiega il governo di Veracruz, i detenuti hanno sequestrato l’area dove si tiene un workshop di falegnameria e utilizzano gli strumenti come armi. Secondo le autorità, alcuni di loro sono altamente pericolosi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gaza, Israele dice no alla commissione d’inchiesta indipendente: “Protesta dei palestinesi non è il festival di Woodstock”

next
Articolo Successivo

Dazi, la Cina risponde alla mossa di Trump: tassati 128 prodotti statunitensi. Aliquote anche su carne, frutta e vino

next