Un minestrone che porta verso un’unica pay tv, per quanto i diretti interessati neghino con forza. Un minestrone saporito senza il calcio però, almeno per il momento visto che la partita per i diritti tv della Serie A è più confusa che mai quando mancano appena quattro mesi all’inizio della nuova stagione. Un minestrone per il quale non si conosce sul lungo periodo il prezzo per l’utente. Di certo ci sono alcuni effetti immediati per gli abbonati ad entrambe le piattaforme. Il telecomando che si arricchisce di più è quello di Sky che assorbe 9 canali della pay di Mediaset, ma su Premium saranno visibili senza costi aggiuntivi talent come X Factor e Masterchef.

Cosa vede in più un abbonato Sky dopo l’accordo
In aggiunta ai 12 canali Hd, gli abbonati Sky al pacchetto Cinema vedranno senza costi aggiuntivi Premium Cinema e Premium Cinema +24, Premium Cinema Energy, Premium Cinema Emotion, Premium Cinema Comedy che programmano ogni anno oltre 1.400 film tra i quali ci sono anche quelli delle grandi major americane. Per intenderci, da Dunkirk a Wonder Woman. Gli abbonati Sky al pacchetto Famiglia potranno vedere Premium Action, Premium Crime, Premium Joi e Premium Stories. Alle produzioni originali di Sky come Gomorra, The Young Pope e Il Miracolo di Niccolò Ammaniti, oltre alle serie tv internazionali trasmesse anche in contemporanea con gli Stati Uniti prodotte da HBO, Disney e Fox – come Westworld, Il Trono di Spade, Grey’s Anatomy, The Walking Dead, Billions – si aggiungeranno quelle attualmente trasmesse da Premium: Gotham, Chicago Fire, Supergirl, Suits e Mr Robot.

Cosa vede in più un abbonato Premium dopo l’accordo
Sulla piattaforma Premium sarà disponibile dall’1 giugno 2018 un pacchetto Sport (con costi aggiuntivi) che il network di Rupert Murdoch andrà a modulare nei prossimi mesi ma che – questo è certo – non comprenderà il calcio: ci sarà un po’ di Formula 1, un po’ di motomondiale, qualcosa di basket Nba probabilmente. Lo spostamento sul digitale pay che bisognerà capire quanto influirà sull’offerta in chiaro che Sky aveva modulato nell’ultimo anno attraverso Tv8 e Cielo, canali che hanno spesso trasmesso alcune delle esclusive Sky ai non abbonati. Agli abbonati Premium sarà invece visibile gratuitamente Sky Uno, quindi un contenitore di talent di grande appeal per il pubblico come X Factor, Italia’s Got Talent e Masterchef. Oltre a Nat Geo, Fox e un altro canale che Sky non ha ancora deciso. In più, apprende Ilfattoquotidiano.it dal network di Rupert Murdoch, verranno attivati sulla piattaforma Premium due “canali vetrina” che raccoglieranno una selezione ‘pregiata’ del bouquet Sky per far “conoscere il nostro mondo”.