“Delusione? Anzi, mi sono liberato di un peso”, dice Paolo Romani allontanandosi dal Senato, dopo la proclamazione della nuova presidente, Maria Elisabetta Alberti Casellati. Quanto alle geometrie politiche rappresentate dall’accordo sulle presidenze delle Camere, l’esponente di Forza Italia vede un possibile accordo tra una parte “consistente” del centrodestra e il M5s per dare vita a un’esecutivo: “Ma se questa è la geometria io non la condivido”, commenta. E spiega: “Il problema del M5s, che in campagna elettorale abbiamo indicato come il pericolo per l’Italia, è il veto posto su Berlusconi come interlocutore”. Romani si dice contrario a qualunque accordo con i pentastellati, “dai quali ci separa tutto”, ed è convinto che la sua posizione sia anche quella degli altri esponenti di Forza Italia, ex Cavaliere compreso. E poi l’autocritica: “Abbiamo sbagliato a lasciare che Salvini parlasse anche per noi”