Nuova polemica televisiva in diretta tra il deputato del Pd, Andrea Romano, e il sindaco M5s di Livorno, Filippo Nogarin, sul reddito di cittadinanza. Nel corso della trasmissione L’Aria che Tira (La7), si ripete quanto accaduto lo scorso 26 febbraio a Non è L’Arena: Romano, che paragona Luigi Di Maio a un personaggio berlusconiano (“Venti anni fa sarebbe stato benissimo in Forza Italia”) e ribadisce la tesi di un’alleanza M5S-Lega, attacca duramente il reddito di cittadinanza introdotto nel capoluogo toscano dal sindaco pentastellato. Quest’ultimo, a sua volta, dopo qualche minuto, telefona in diretta per contestare il parlamentare dem. “Nogarin fa sempre questa gag, è come Berlusconi che telefona in diretta”, commenta Romano. Nogarin ribatte: “Chiamo ogni volta perché Romano racconta menzogne all’infinito per cercare in qualche modo di renderle reali. Le cose che ha detto Romano sono assolutamente false. Avete preso alle elezioni il 18% dei voti e continuate con la solita politica”. La conduttrice, Myrta Merlino, ironizza sulla nuova polemica in diretta tra i due: “Mi sento una intrusa tra di voi”. Romano ribatte: “Nogarin c’è rimasto male perché a Livorno i 5 Stelle sono arrivati terzi, nonostante Nogarin sia sindaco della città da 4 anni”. Merlino invita Nogarin a un prossimo confronto tv con Romano e Giuseppe Civati, ospite della trasmissione, commenta scherzosamente: “Vi lasciamo anche soli se volete”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni, Bentivogli (Fim Cisl) vs Boccia: “Nel Pd ognuno vota come gli pare”. “Vedo che sei l’avvocato difensore di Renzi”

prev
Articolo Successivo

Di Maio, Pizzarotti: “Bravo ad aver scalato M5s, ma incapace concretamente di prendere decisioni difficili”

next