Stava facendo una gita con tre suoi amici sulle montagne di Livigno, in provincia di Sondrio, quando ha perso la vita travolto da una valanga. L’allarme è scattato attorno alle 14, orario in cui alcuni testimoni hanno riferito di aver notato il distacco della massa di neve. I soccorsi hanno perlustrato una vasta area montuosa anche in elicottero fino a quando hanno trovato lo scialpinista, un 59enne austriaco, per il quale non c’era più niente da fare.

La valanga che si è staccata in zona Forcola, al confine con la Svizzera, ha travolto e ferito anche un altra persona. I volontari del Soccorso Alpino di Valtellina e Valchiavenna, con i militari della Guardia di Finanza, hanno raggiunto il punto in cui è stato individuato il ferito con un paio di motoslitte, ma l’intervento si è rivelato più difficoltoso del previsto.

I soccorritori sono stati impegnati per ore per recuperarlo, ostacolati dal maltempo. Nella zona, infatti, oltre al pericolo concreto di nuovi distacchi, era in corso una bufera di neve. Alla fine, i tre compagni di escursione sono tutti stati tratti in salvo e riportati a valle.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, 600 da ricollocare dopo la chiusura degli hotspot di Lampedusa e Taranto: “Difficile sapere dove finiranno”

next
Articolo Successivo

Roma, tassa da 3,5 euro per ogni ospite di Airbnb e affitti brevi. Ma controllare l’evasione sarà difficile

next