Al termine del giro di primi incontri condotti dal M5s oggi, la delegazione del Partito Democratico composta del neo segretario Maurizio Martini e Lorenzo Guerini non hanno rilasciato dichiarazioni. A parlare invece sono stati Giulia Grillo e Danilo Toninelli del Movimento 5 stelle nella sala stampa di Montecitorio: “Sui presidenti delle Camere, Pd e Lega sono d’accordo sul metodo. Abbiamo chiesto la presidenza di Montecitorio”.“Abbiamo ribadito alle forze politiche – ha aggiunto Grillo – di voler indicare le presidenze delle Camere slegando queste nomine dalla questione del governo e facendo sì che si tratti di nomi rappresentativi della volontà popolare che ha indicato nel M5s la prima forza politica del Paese e abbiamo registrato l’apertura sia del Pd che della Lega sul metodo”. Quindi hanno ribadito la volontà di guidare Montecitorio: “È giusto che la presidenza della Camera vada al M5s. “Oggi non abbiamo parlato di nomi, ma solo del metodo e abbiamo chiesto di avere un presidente della Camera perché vogliamo che dalla Camera si parte con l’abolizione dei vitalizi” ha affermato Danilo Toninelli, Capogruppo pentastellato al Senato, a chi gli chiedeva il perché della scelta della presidenza di Montecitorio, rispetto alla presidenza di Palazzo Madama, sede del Senato. Toninelli ha infine precisato che il centrodestra non si è presentato con una unica delegazione e che quindi il M5s ha incontrato tutti i partiti che ne compongono la coalizione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Meloni (Fdi): “Indisponibili a governi fuori da campo centrodestra. Se Salvini fallisce? Indichi lui il piano B”

prev
Articolo Successivo

Governo, il neodeputato leghista Tonelli: “Elezioni bis? Io tra 3 mesi non mi presento di nuovo dalla gente a chiedere il voto”

next