Dal #MeToo al #WeTooGether. L’8 marzo sfila a Roma il corteo nel giorno sciopero globale delle donne. “Libere di scegliere, uniamoci”, spiegano da Non Una di Meno. “Le donne continuano a dire che non sono vittime, ma che continuano a combattere contro questa società che non ci piace, è sessista e produce diseguaglianze”, spiega Marina. “Non staremo ferme di fronte all’ultima terrificante tornata elettorale: combatteremo contro le forze fasciste e razziste”. “Questo paese è profondamente maschilista”, aggiunge Simona. “Lo sciopero è una pratica che va ripresa in mano da tutte e da tutti. Noi lo abbiamo fatto”.