La differenza salariale tra uomini e donne c’è e si sente. Quindi bisogna mostrare concretamente cosa significa. E un’idea molto chiara ce l’ha avuta Liberation, quotidiano francese che per l’8 marzo ha deciso di uscire in edicola con due prezzi diversi: 2,50 euro per gli uomini e 2 euro per le donne, per sottolineare in modo simbolico gli scarti salariali fra i due sessi.

“Gli eventuali benefici saranno versati al Laboratoire de l’égalité“, cioè un’associazione mobilitata a favore dell’uguaglianza professionale fra uomini e donne, spiega il giornale. “Nonostante la legge, lo scarto salariale fra uomini e donne in Francia è sempre del 25%. Per mettere in evidenza questa ingiustizia, Libération ha deciso di applicare la stessa differenza, per una giornata, al suo prezzo di vendita”. Ci sono dunque, eccezionalmente, due prime pagine diverse a seconda che ad acquistare sia un uomo o una donna: nella prima, con il pittogramma di un uomo, si legge ‘Per gli uomini 2,50 euro’; nella seconda invece, con il pittogramma di una donna, si legge ‘Per le donne 2 euro, prezzo normale’.

In entrambi i casi il titolo è ‘Contro le diseguaglianze salariali‘. Nelle pagine interne, poi, il giornale spiega che “inizialmente Libé aveva pensato di fare un’offerta alle donne: un prezzo più basso, 1,50 euro. Ma sapeva di elemosina“, perciò si è poi pensato alla nuova idea. Liberation precisa di essersi ispirato all’iniziativa di un mensile canadese, Maclean’s, che nella sua edizione di marzo per attirare l’attenzione sul gender gap ha previsto di fare pagare agli uomini il 26% in più.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sciopero 8 marzo, la protesta delle donne: “Meno precarietà, reale parità di salari, lotta a molestie e discriminazioni”

prev
Articolo Successivo

8 marzo, manifestazioni ed eventi da Milano a Roma. Mattarella: “Pari opportunità contro le disuguaglianze”

next