Se non succede un miracolo di quelli tosti né il M5S né tantomeno il centrosinistra avranno la maggioranza.
Mentre c’è la possibilità che la destra ci freghi tutti. E io sono sinceramente terrorizzato all’idea.
Molti sono sicuri che non succederà ma io non ci giurerei.

E sinceramente non capisco chi dice che “tanto Berlusconi e Renzi sono uguali”. Posso elencare per ore quello che non condivido di Matteo Renzi ma non credo sia equilibrato giudicarlo uguale al centrodestra. Berlusconi è quello dei ristoranti pieni quando la crisi era già scoppiata. È quello dell’editto bulgaro contro Biagi, Santoro e Luttazzi, pluriprocessato, condannato per reati gravissimi, e si è salvato solo grazie alle prescrizioni

Mi dà fastidio questa mania di mettere tutti gli avversari politici sullo stesso piano.

Io vedo che in questa legislatura sono state fatte anche cose positive, poche perché raramente si è ottenuta la convergenza tra i progressisti.
Ma a volte si è riusciti a mettere insieme un fronte positivo e dei risultati ci sono stati.

In una situazione di grande confusione come questa non credo che nei prossimi anni avremo maggioranze stabili. E mi pare infantile credere che qualcuno prenderà la maggioranza e renderà l’Italia perfetta, alta e bionda… Però potrebbero nascere delle alleanze su questioni di grande urgenza che potrebbero vedere d’accordo tutti i progressisti.

Ma se va su la destra non ci sarà nulla da fare. Saremo un’altra volta piombati a cercare di contrastare la follia totale al potere.
Guarda che disastri sta combinando Trump e rifletti… Sta picchiando con la mazza ferrata i più poveri! Quelli che dicevano che “Tanto Trump e la Clinton sono uguali” adesso piangono.
Quindi vota. Vota M5S, vota LeU, vota centrosinistra ma vota! (Attenzione: i voti alle liste che non supereranno lo sbarramento poi vengono suddivisi tra le liste che lo hanno superato).
E magari vedi se nel tuo collegio c’è un candidato progressista che ti dà affidamento

Alla faccia del tifo da stadio io credo che ci sia gente valida in tutti gli schieramenti progressisti. Ce n’è perfino nel centrodestra!
Adesso, lì per lì, di gente di destra valida non mi vengono in testa i nomi… Ma so che ci sono.
Io non credo più ai partiti. E credo che sia ora che si inizi a fare lobbying trasversale. Il sistema per adesso non siamo in grado di cambiarlo. Allora andiamo a vedere su quali cambiamenti banali siamo capaci di unire parlamentari di buon senso, al di là del gruppo di appartenenza.

È quello che tentò di fare mia madre nel 2007 con le “10 leggi per cambiare l’Italia”, tutte proposte elementari, che nessuno poteva dire ad alta voce che non era d’accordo. È quello che stiamo cercando di fare con le “3 leggi facili” proposte da www.peopleforplanet.it. Ci serve una nuova strategia. Non possiamo rinunciare a migliorare l’Italia.

E non possiamo lasciarla in bocca al Caimano.