Di Maio? E’ un ragazzotto senza scuola e senza mestiere. Ha sicuramente imparato a fare politica, è un ragazzino sveglio, ha un bel musino da televisione, però ha una inconsistenza interiore che è assoluta”. Sono le parole di Silvio Berlusconi, ospite di Otto e Mezzo, su La7. E attacca il M5S: “Non sono un partito democratico, ma una setta che dipende da un unico capo, che è un vecchio comico: il signor Grillo di Genova. Lui dà degli ordini e i 5 Stelle cambiano posizione da un giorno all’altro, quando ricevono i suoi ordini, proprio come facevano i vecchi comunisti. Giovannino Guareschi faceva le vignette, “Contrordine compagni”. Forza Italia, al contrario, è un partito assolutamente democratico”. E aggiunge: “Non ho detto che i fuoriusciti dei 5 Stelle sono i benvenuti in Forza Italia. Ho fatto dell’ironia. Ho detto che se venissero con noi, non dovrebbero restituire più parte dell’indennità e non potrebbero essere più tentati dal fare la truffa che molti grillini hanno messo in atto”. Berlusconi, che ribadisce di essere “coerente, saggio, generoso e troppo buono”, annuncia che diventerà nonno per la undicesima volta, perché la figlia Barbara aspetta un bimbo. E alla domanda su chi preferisce tra Renzi e D’Alema, risponde senza indugi: “Assolutamente Renzi, perché ha il merito innegabile di aver tagliato tutti i legami con l’ideologia comunista e questo è un merito storico che gli va riconosciuto”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Le omelie di Ripepi, il candidato di FdI a processo per diffamazione: “Unto dal Signore, chi contro di me è contro Cristo”

prev
Articolo Successivo

Elezioni, Amnesty: “Italia intrisa d’odio e razzismo. 95% delle frasi xenofobe dal centrodestra”. Salvini in vetta, Meloni 2a

next