“Ore 7.10 Milano. Qui si fa l’Italia. Ma i manifesti li facciamo attaccare agli extracomunitari che ci costano meno”. Un post su Facebook, subito diventato virale, mostra il “controsenso” tra idee e azione della Lega e degli altri partiti di centrodestra. La “denuncia” arriva da Luca Paladini, portavoce de I Sentinelli di Milano che la scorsa settimana aveva denunciato il fotomontaggio con protagonista la presidente della Camera, Laura Boldrini.

Nelle immagini si vedono due lavoratori – indicati come extracomunitari – intenti ad attaccare i manifesti elettorali della Lega, accanto ai quali compaiono anche quelli di Forza Italia e di Fratelli d’Italia. Con tanto di slogan “Prima gli italiani”, mantra di Matteo Salvini, e “Qui si fa l’Italia”, uno dei capisaldi della campagna comunicativa di Giorgia Meloni. In poche ore il post di Paladini ha generato quasi 2mila like e oltre 4.500 condivisioni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Elezioni, per i Verdi la Flat tax è un grande regalo ai politici: “Ecco quanto ci guadagnano Berlusconi e Salvini”

prev
Articolo Successivo

Sondaggi, ultimi dati prima dello stop. Centrodestra invincibile ma senza maggioranza. Al Sud M5s al 38 e Lega al 7

next