Matteo Renzi lamenta la mancanza di confronti tv durante questa campagna elettorale intervenendo a Confcommercio a Roma:  “Signori io voglio un confronto all’americana ditelo voi agli altri leader, tanto non lo fanno. Non c’è un cristiano che voglia fare un confronto all’americana sul programma di governo con me eppure non credo di puzzare”. Il segretario del Pd non perde l’occasione di attaccare Luigi Di Maio e il M5s sul caso dei versamenti al fondo microcredito: “Gente che non riesce a controllare i propri rimborsi vuole controllare i conti del Paese e qualcuno gli da ancora credito”. Davanti al consiglio direttivo di Confcommercio parla poi della crescita economica: “Eravamo a -2,3% e vediamo tra qualche minuto, quando esce il dato Istat sulla crescita a quanto siamo: è immaginabile che il dato vada vicino al 2%”. Trascorrono alcuni minuti ed il dato del quarto trimestre sulla crescita viene pubblicato e viene comunicato a Renzi: “1,4%? Bene, troppo basso rispetto alle mie previsioni”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Promesse elettorali, il dibattito fiscale dei partiti è senza logica

prev
Articolo Successivo

Elezioni, Salvini vs Boldrini: “Io sono all’opposizione, lei no”. “Non è vero. Non ha i rudimenti per capire”

next