Continuano le ruggini tra le due coree. L’orchestra nordcoreana di Samjiyon invitata a Pyeogchang per i giochi olimpici invernali è arrivata in Corea del sud nel quadro delle iniziative di de escalation della tensione definite dai due paesi. Il traghetto con i 140 musicisti ha attraccato a Donghae, sulla costa orientale del paese. Gli orchestrali dormiranno a bordo durante la loro missione in Corea del sud. La prima dei due concerti dell’orchestra in programma alla vigilia della cerimonia di apertura. L’arrivo degli orchestrali è stato accolto dalle proteste di gruppi di cittadini della Corea del sud.

Intanto si moltiplicano le iniziative volte alla distensione. L’Ufficio presidenziale sudcoreano ha accolto con favore la visita di Kim Yo-jong, sorella minore del leader nordcoreano Kim Jong-un e tra le figure di altissimo profilo della delegazione di Pyongyang che sarà alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi, ritenendo rifletta la volontà dello Stato eremita di ridurre le tensioni nella penisola. “Crediamo che la delegazione contenga il desiderio di celebrare i Giochi di PyeongChang e di ridurre le tensioni”, ha affermato il portavoce Kim Eui-kyeom, nel resoconto della Yonhap.