Non si farà l’iniziativa annunciata per questo pomeriggio in piazza Castello a Torino da Forza Nuova.
“Dopo il nostro grido d’allarme” – commenta su Facebook il segretario metropolitano del Pd torinese, Mimmo Carretta “è arrivato il divieto alla manifestazione, non abbassiamo la guardia. Non un passo indietro”.

“27 gennaio io non dimentico, Fiume ritorna italiana”. Accanto, l’immagine della Torre Littoria di piazza Castello, a Torino, con il volto di Gabriele D’Annunzio. E’ il manifesto postato sulla pagina Facebook di Forza Nuova Torino, che annunciava un’iniziativa per questo pomeriggio in piazza Castello per celebrare la “loro giornata della memoria” in ricordo del giorno in cui, nel 1924, il Trattato di Roma restituiva Fiume all’Italia.

Un manifesto riportato dal segretario metropolitano del Pd torinese, Mimmo Carretta, che sempre su Facebook commenta: “Oggi, proprio nel Giorno della Memoria, il movimento neofascista Forza Nuova del tristemente noto Roberto Fiore, ha organizzato una manifestazione. Un’iniziativa nel cuore della nostra città, medaglia d’oro alla resistenza. C’è da chiedersi come mai si continua a dare spazi ai fascisti. Noi continueremo a denunciare la loro presenza. Ci opporremmo a loro“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Incidente ferroviario di Pioltello, 4 operai di Rfi sorpresi al lavoro nell’area sotto sequestro: denunciati per violazione sigilli

prev
Articolo Successivo

Bolzano, blitz di Casapound in ospedale contro i senzatetto: “Qui solo pazienti”. E il candidato di Fdi alla Camera esulta

next