Alberto Bagnai e Claudio Borghi, due economisti che ormai da anni sostengono la tesi del fallimento dell’Euro e delle politiche economiche europee, saranno candidati in quota Lega. Il primo nel Lazio e in Abruzzo: “Ho scritto i primi articoli “No Euro” sette anni fa su “Il Manifesto”, ma ho capito che per difendere gli interessi economici nazionali serve un partito conservatore”. Il secondo, già responsabile economico del Carroccio, sfiderà Padoan a Siena. “Il Pd ha una bella faccia a candidare a Siena l’uomo che ha distrutto la più antica banca del mondo. Noi saremo l’alternativa”. Salvini dunque è fermo: “Basta diktat dall’Ue”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Elezioni, Berlusconi: “Avremo maggioranza sia al Senato che alla Camera. Grandi coalizioni impossibili”

next
Articolo Successivo

Elezioni, Salvini: “Lega è unico argine al razzismo, è evidente a tutti. Chiamerò portavoce Vescovi italiani”

next