“La sfida è tra la coalizione di centrodestra e il Movimento 5 Stelle, perché la sinistra si è tirata indietro dalla sfida elettorale per suo conto. L’avversario non è più la sinistra ma i partiti populisti, in tutta Europa, e in Italia c’è una situazione uguale. La sinistra mi fa pensare a una scatola vuota di progetti, di idee e di anima. Il Movimento 5 Stelle, invece, non è un partito democratico, ma è una setta”. Così Silvio Berlusconi nel punto stampa a conclusione della due giorni di incontri con i leader europei del PPE a Bruxelles.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Elezioni 2018, tutti a promettere tutto. Ma la scuola non ha spazio

prev
Articolo Successivo

Elezioni, Bruxelles riabilita Berlusconi europeista. Salvini attacca: “Il 3%? Non esiste. No a larghe intese volute da Ue”

next