Battibecco a Otto e Mezzo (La7) tra il leader della Lega, Matteo Salvini, e il direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, sull’alleanza tra Lega e Forza Italia. Salvini insorge più volte durante il dibattito: “Quando ci sarà Berlusconi, farete il processo a lui. Io sono qui a rappresentare un movimento che è quello che è cresciuto di più in questi anni”. “Veramente siete alleati” – ribatte Travaglio – “Non sono credibili le promesse della Lega sull’evasione fiscale, perché la Lega e tutto il centrodestra hanno votato un condono e tre scudi fiscali. Berlusconi, che era stato cacciato dalla porta, per rientrare dalla finestra, si sta presentando a livello internazionale come il contrario del se stesso negli ultimi 20 anni. Cioè come un moderato filo-europeista, obbediente agli accordi europei. Come fa Berlusconi, che ora sta promettendo alla Merkel, a questo e a quell’altro, che non farà più lo sfasciacarrozze dell’Europa, come ha fatto per tanti anni?”. “Prendo atto del fatto che non viene contestato Salvini e che la trasmissione è su Berlusconi” – ribadisce Salvini – “Di processi televisivi a Berlusconi ne avete fatti 150 e ne farete altri 150. Secondo me, sono noiosi”. “Sto parlando del centrodestra, non solo di Berlusconi” – spiega il direttore del Fatto – “C’era la Lega quando lui faceva i condoni. I leghisti, secondo me, giustamente si vergognano di essere costretti a ripresentarsi un’altra volta con Berlusconi alleato”. “Mamma mia, c’ha l’ansia di Berlusconi”, si lamenta Salvini. Travaglio continua: “I leghisti cercano in tutti i modi di differenziarsi. E lo fanno bene, quando invocano pene più severe per chi evade le tasse. Lo fanno male, quando parlano di razza italiana, come Fontana

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

M5s al Villaggio Rousseau, punto stampa senza domande per Casaleggio: “Programma tra i più innovativi creati in Italia”

prev
Articolo Successivo

Berlusconi (condannato per frode fiscale): “Dopo la flat tax galera per chi evade. Aumenteremo pene come in Usa”

next