Non solo politici di professione ma anche tanti cittadini comuni si sono radunati dalle 7.00 di questa mattina davanti ai cancelli del Viminale per depositare presso il ministero dell’Interno i propri “simboli” in vista delle elezioni del 4 marzo. Dal Partito delle Buone Maniere, per riportare la buona educazione nella cultura italiana, a W la Fisica, passando per La catena per spronare i cittadini a ribellarsi alle istituzioni

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

M5s all’Open Day Rousseau, Casaleggio elogia l’organizzatrice Sabatini: “Io la Boschi pentastellata? Papà è bancario”

prev
Articolo Successivo

Elezioni politiche 2018, la carica dei simboli: da MTNPP a “Free flights”. Quel che vedremo (ma anche no) sulle schede

next