Non solo politici di professione ma anche tanti cittadini comuni si sono radunati dalle 7.00 di questa mattina davanti ai cancelli del Viminale per depositare presso il ministero dell’Interno i propri “simboli” in vista delle elezioni del 4 marzo. Dal Partito delle Buone Maniere, per riportare la buona educazione nella cultura italiana, a W la Fisica, passando per La catena per spronare i cittadini a ribellarsi alle istituzioni

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s all’Open Day Rousseau, Casaleggio elogia l’organizzatrice Sabatini: “Io la Boschi pentastellata? Papà è bancario”

next
Articolo Successivo

Elezioni politiche 2018, la carica dei simboli: da MTNPP a “Free flights”. Quel che vedremo (ma anche no) sulle schede

next