Ci penseranno Bruno Tabacci e il suo Centro democratico a salvare i radicali di +Europa di Emma Bonino, dopo il caso delle firme da raccogliere per presentarsi alle elezioni. Grazie ai centristi di ispirazione cattolica, che metteranno a disposizione il proprio simbolo (già tra quelli presenti alla Camera nella scorsa legislatura, ndr) la lista +Europa patrocinata da Emma Bonino non dovrà raccogliere le firme. Non ci saranno più ostacoli quindi alla partecipazione alle politiche del 4 marzo

La decisione è stata ufficializzata in una conferenza stampa a Roma. Sulle alleanze, però, Bonino prende tempo, dopo gli attriti con la coalizione di centrosinistra del Pd. “Ovviamente noi siamo nel centrosinistra, ma sugli apparentamenti vedremo”, ha spiegato lo stesso Tabacci. E pure i radicali ora prendono tempo, con l’ipotesi di un’alleanza coi dem che si riapre, al di là dello scontro su legge elettorale, firme e anche sul capitolo immigrazione: “Alleanze possibile dal punto di vista politico? La legge elettorale non parla di coalizioni politiche, ma di apparentamenti tecnici, che non necessitano né di un capo politico, né di un programma comune”, ha tagliato corto la stessa Bonino. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni, la profezia di Negri (ex Radicali): “Vincerà Di Maio, Renzi sarà fatto fuori e ci sarà governo Grasso con M5s e Pd”

prev
Articolo Successivo

Elezioni, Barghout: “M5s? Non sono sobri, tra Grillo, No Vax e complottisti”. E a Lembo (Pd): “Sei un figlio di papà”

next