L’ex calciatore del Milan Robinho è stato condannato a nove anni di carcere per violenza sessuale di gruppo. La vicenda di cui è accusato risale al 2013 quando Robinho si trovava a Milano, tesserato per la squadra cittadina. Secondo le indagini, il 22 gennaio di quell’anno il giocatore ha abusato di una ragazza albanese in una discoteca di Milano, assieme ad altre cinque persone, finite insieme a lui nel registro degli indagati.

A stabilire la condanna è stata la nona sezione del tribunale di Milano, presieduta da Mariolina Panasiti, che ha stabilito la colpevolezza di Robson de Souza Santos, conosciuto come Robinho. Il calciatore ora si trova in Brasile dove gioca per l’Atletico Mineiro.