“Il diritto di voto per 65 milioni di italiani prescinde dalle esigenze di un singolo candidato: se Mattarella scioglierà le inutili camere tra un mese sarà un bel regalo di Natale e il voto a marzo farebbe vivere al paese una Pasqua di liberazione. Il rischio manovra correttiva a maggio? Il Pd ha giocato a lungo col fuoco e questo è il risultato. Noi siamo pronti, e governeremo dieci anni. Bossi candidato con la Lega? In lista con noi chi sposerà in toto il progetto”. Così Matteo Salvini, segretario della Lega Nord.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Berlusconi, Mario Calabresi: “Endorsment di Scalfari? Non siamo berlusconiani” e spiega come è andata

prev
Articolo Successivo

Bonino presenta la lista +Europa: “Mettiamo sul tavolo la scelta europea. Alleanze? Ancora tutto in fieri”

next