La fase politica aperta dalle ultime elezioni può portare a un “riequilibrio franco-tedesco” e a un’Europa che torni ad essere “un’unione di minoranza”. Lo ha dichiarato l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi, intervenuto in videoconferenza alla convention in corso a Roma “Stati Uniti d’Europa: una sfida radicale”. “Con le ultime elezioni la Germania si è avvicinata agli altri paesi europei. Il risultato non mi ha sorpreso, è nell’evoluzione delle cose. Sembra che il governo non venga varato prima di fine anno, se fosse successo in Italia si sarebbe scatenata l’ira di Dio”, ha osservato Prodi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Renzi: “No veti né a sinistra né al centro. Ma non rinunciamo alle nostre idee. Se Pd va male, larghe intese più probabili”

prev
Articolo Successivo

Impresentabili in Sicilia, alle regionali vale una vecchia regola: i voti non puzzano

next