“Luigi Di Maio ha chiesto l’intervento di osservatori Osce per controllare la correttezza del voto in Sicilia? Credo che si riferisse alla loro piattaforma Rousseau, o alle modalità di scelta di Cancellieri o all’incoronazione della Lombardi alle primarie nel Lazio“. Così il presidente del Pd, Matteo Orfini, a margine della sua visita all’acceleratore di impresa Luiss Enlabs, a Roma ha commentato le dichiarazioni del vicepresidente della Camera che ha chiesto di vigilare sul voto di scambio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

M5s, generale Pappalardo: “Padre di Di Battista? Un fascistone al 200%. Raggi? Una brava figliola usata da Grillo”

next
Articolo Successivo

Roma, la protesta degli attori della Fondazione Piccolomini: “Comune occupa il nostro parcheggio senza pagare. Raggi sia diversa”

next