“Un’invasione incredibile. Nei due anni di lassismo di Renzi e di Alfano sono entrati in Italia 750mila clandestini che non avevano diritto a stare in Italia. E vanno espulsi”. Gianni Alemanno, segretario nazionale del Movimento per la Sovranità, scende in piazza con i suoi a Roma per dire “stop invasione”. “Noi accettiamo tutti coloro che veramente scappano da guerra e persecuzioni”, dice un manifestante di Grosseto. “Ma il 97% di loro è clandestino”. Vengono da Bologna, da Verona, da Caserta, Napoli. Dicono no allo ius soli. E tra loro ci sono anche degli immigrati, come lo stesso responsabile immigrazione del Movimento di Alemanno (guarda il video). “Devono condividere i principi della nostra Patria”, dice una signora. “Disciplina, ordine, studio”. E Francesco Storace rilancia: “Lo stato deve dare un segnale netto e dire stop all’immigrazione clandestina”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ius soli, il responsabile immigrazione dei sovranisti di Alemanno è africano: “Serve percorso come il mio”

next
Articolo Successivo

De Luca recita Leopardi con stoccata a M5s: “Ora abbiamo stelle di latta”. Poi attacca Battisti, leader catalano e parcheggiatori abusivi

next