“Questa commissione evidentemente dovrà lavorare in giornate tipo il lunedì o venerdì mattina che sono inconsuete per la vita parlamentare. Però qui è un patto tra gentiluomini: o ci mettiamo d’accordo o la Commissione in tre o quattro mesi potrà fare poco” Così Pier Ferdinando Casini appena eletto presidente della Commissione d’inchiesta sul sistema bancario (che lui stesso aveva definito demagogica) esorta i commissari deputati e senatori. Poi Casini al termine della prima seduta fugge dai giornalisti: “Sono stato appena eletto. Lasciatemi respirare. Pace e bene”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legge elettorale, Toninelli (M5s): “Una schifezza incostituzionale, ci sarà anche la lista Forza Dudù”

next
Articolo Successivo

Mantovani imputato per corruzione nella Sanità nominato nella commissione che in Regione si occupa dello stesso settore

next