Scherzo dell’anno o errore clamoroso? È quello che si sono chiesti milioni di telespettatori guardando NapoliFeyenoord, partita valida per la seconda giornata dei gironi eliminatori di Champions League. Al settimo minuto del primo tempo Lorenzo Insigne recupera un pallone sulla trequarti, avanza verso l’area e dal limite dei sedici metri scarica un destro rasoterra che si insacca alle spalle del portiere olandese: lo stadio San Paolo esplode e il fantasista partenopeo decide di dedicare la rete ad Arek Milik, il compagno di squadra vittima, recentemente, di un brutto infortunio al ginocchio destro. In che modo? Semplice: esibendo la maglia numero 99 dello stesso Milik. Solo che la maglietta che arriva dalla panchine nelle mani di Insigne non è quella del centravanti polacco ma invece quella del centrocampista Piotr Zielinski. La faccia dell’attaccante napoletano che si accorge dell’errore è subito diventata virale, mentre qualcuno fa notare come quella maglia sbagliata sia arrivata a Insigne proprio dalle mani di Zielinski. Il dubbio quindi è lecito: Scherzo dell’anno o errore clamoroso?

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Champions League, perde anche il Napoli: le italiane mai così male al debutto

prev
Articolo Successivo

Carlo Ancelotti esonerato dal Bayern Monaco: fatale la sconfitta in Champions e i problemi di inizio stagione

next