È atteso per domani, mercoledì 20 settembre, il consiglio comunale di Livorno dedicato al nubifragio che ha colpito la città, provocando nove morti. “Il problema dell’alluvione non si può esaurire solo attribuendo responsabilità al sindaco o ai responsabili della Protezione civile come Pucciarelli o altre persone. I problemi purtroppo vanno ben oltre” spiega Marco Bruciati, consigliere comunale della lista civica di sinistra Buongiorno Livorno.”I problemi arrivano da vent’anni di politiche urbanistiche scellerate sul territorio che hanno cementificato zone a rischio idrogeologico e che hanno contribuito, secondo noi anche in maniera decisiva, in buona parte di quel che è successo”. Saranno anche queste le tematiche presenti nell’atto che Buongiorno Livorno presenterà nel corso del consiglio comunale di domani. “Se non si riceveranno le risposte adeguate chiederemo che il tema sia sviluppato anche all’interno di un filone di indagine. I sindaci passano, i problemi della città rimangono.” La Procura di Livorno ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e disastro colposo. Le indagini si stanno concentrando sul piano d’allarme della Protezione Civile e sarebbero già stati ascoltati alcuni tecnici. Per ora non non ci sono avvisi di garanzia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s come la Corea del Nord? Il Pd non è da meno

next
Articolo Successivo

Sicilia, alle regionali mancano 50 giorni ma all’Ars nascono 6 nuovi gruppi. Obiettivo: evitare la raccolta firme

next