“Il reddito di inclusione è un passo molto importante nella direzione di dotare il nostro paese di un sistema di protezione sociale di base di assistenza. Rimangono però ancora diverse condizioni che allontanano questo strumento da quello strumento universale di cui dovremmo dotarci. E rimangono delle restrizioni nelle risorse disponibili che impediscono di aggredire un fenomeno che in Italia è molto importante. In Italia abbiamo 5 milioni di persone in povertà assoluta“. Questo il primo commento del presidente dell’Inps Tito Boeri sul reddito di inclusione, approvato ieri in via definitiva da parte del Consiglio dei Ministri.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Stupri, crimini e cavallette: alla fine è sempre colpa della Boldrini

prev
Articolo Successivo

Sicilia, tra il Pd e Alfano spunta Crocetta: “Sono io il candidato legittimo. Micari perdente: voglio le primarie”

next